.
Annunci online

Provarci è bene, riuscirci è meglio
BUGIARDI E INFAMI
post pubblicato in IlConsigliere, il 23 dicembre 2010
PDL E LEGA SI SONO CONFERMATI PER QUELLO CHE SONO.

Hanno fatto passare la legge regionale che sottrae ai Comuni la proprietà delle reti idriche, faticosamente costruite nell'ultimo secolo con i soldi della cittadinanza.
In molti comuni della Lombardia era stato votato un Ordine del Giorno che chiedeva a Regione Lombardia di rinviare questa decisione in riferimento all'attesa dell'esito referendario, di una sentenza della Corte Costituzionale e di una possibile ( e poi avvenuta ) proroga della disciplina nazionale, in modo tale da avere un quadro normativo più chiaro e concreto.

Lega e PDL in Lombardia prima hanno rimandato il voto in attesa del Decreto Mille proroghe, poi non ne hanno rispettato il testo.

Questo è il comportamento VERGOGNOSO di chi si riempe la bocca di federalismo e poi governa senza dare il minimo credito alle richieste dei cittadini e degli Enti che più direttamente li rappresentano.

E' chiaro a questo punto chi sta dalla parte dell'Acqua Pubblica e del Federalismo e chi invece se ne fotte.

Noi del Partito Democratico, assieme ai cittadini, non ci fermeremo qui.


Andrea Longoni
Share |
Neve in chiaro - "Gli spazzaneve non passano mai!"
post pubblicato in IlConsigliere, il 21 dicembre 2010

Nevica anche oggi, il che mi fa supporre che i telegiornali riporteranno bollettini di guerra stradale. Vorrei fare un po' di chiarezza sul rapporto "neve/strada".


Per sapere quando partono gli spazzaneve e che zone fanno, dovete chiedere all'ufficio della Polizia Locale. Sappiate però che i Comuni sono tenuti a mantenere pulite le sole strade comunali mentre la provincia dovrebbe occuparsi di quelle provinciali. Solo eccezionalmente il Comune fa pulire anche le strade provinciali.
O meglio, sarebbe l'eccezione se non fosse che i mezzi cui si affida la provincia di Monza e Brianza hanno l'innata tendenza a restare bloccati nel traffico ( se non ho capito male vengono da un deposito in provincia di Como ).
Poi, lo spazzaneve passa solo quando si accumula uno strato di 5 cm circa, perché sotto quella soglia è inutile, non tira su nulla.

Poi c'è il sale.
A parte errori amministrativi e prese in giro a mo' di maggioranza a Besana, il sale non è una polverina magica, non è che la spargi e magicamente scompaiono neve e ghiaccio.
Ha bisogno di alcune condizioni :
tempo per lavorare, perché ha bisogno di mescolarsi con la neve e saturarla
- di una temperatura che non scenda sotto i -6°C , che è la temperatura di solidificazione dell'acqua saturata con sale
- e del passaggio delle auto, perché se le auto passano, sconquassano la neve, la spargono e ne facilitano lo scioglimento.

Quindi sappiate che è normale che le strade meno frequentate del vostro Comune ( e dei Comuni in cui vi recherete ) siano"sporche" e se non vivete in una strada centrale, sarà normale che cacciando il naso fuori di casa vediate uno strato di 2-3 cm di neve.

Certo che poi ci sono situazioni drammatiche a Monza, a Seregno e sulle provinciali, non si può che attribuire le giuste colpe alle amministrazioni comunali e provinciale.

Tutto questo per dire che : le amministrazioni possono sbagliare, i mezzi possono restare bloccati, uno strato di neve generalmente rimane, il sale non fa magie. Quindi portiamoci le catene e cerchiamo di guidare piano; meglio arrivare 30 min in ritardo al lavoro che restare una giornata fermi sul viale zara.

Share |

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. neve consigliere viabilità

permalink | inviato da AndreaLongoni il 21/12/2010 alle 12:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Un altro passo, fino a cento, poi uno in più e un altro ancora
post pubblicato in pensieri politici, il 10 ottobre 2010
Ieri sera i Giovani Democratici e il Partito Democratico di Monza e Brianza hanno alzato la testa, le bandiere e le coscienze.
Una fiaccola è partita da Limbiate per giungere a Monza, in Piazza San Paolo, ed unirsi a centinaia di candele, centinaia di persone. La fiamma ha illuminato alcuni fra i luoghi simbolici del fenomeno mafioso in Brianza; l'impegno ha illuminato le nostre menti.
Negozi bruciati, commercianti ed artigiani obbligati a pagare il piz [Continua a leggere sul blog dei GiovaniDemocratici di Monza e Brianza]
Share |
Ringrazio le Giovani Compaesane
post pubblicato in Rassegna Stampa, il 18 marzo 2010
sempre più giovani brioschesi stanno dandoci una mano nella pulizia delle aree verdi del nostro bel paese avvicinandosi al gruppo dei volontari dell'ecologia.
Credo che questa si posa ritenere una quadrupla vittoria : 
in primo luogo per le politiche giovanili, perché stiamo dimostrando di riuscire a creare un gruppo di giovani che si vogliono mettere in gioco per il Comune. 
In secondo luogo, per l'ecologia, perché sta diventando sempre più un valore civico concreto che spinge a fare.
Poi per l'amministrazione del Sindaco Folco, precedente ed odierna, perché siamo riusciti a trasmettere questo valore. 
Ed infine, e più importante, per le Donne ( con la "D"maiuscola ) che sanno sempre dimostrare un grande spirito volontaristico e solidale da cui noi uomini ( con la "u"minuscola ) abbiamo solo da imparare.
Share |
Povero Lambro
post pubblicato in pensieri politici, il 25 febbraio 2010
vorrei che appendessero per le palle in piazza Arengario a Monza quel bastardo che ha aperto volontariamente le cisterne e ha riversato gli oli nel Lambro. Tutto questo perché devono buttar giù lo stabile per costruire un complesso residenziale e smaltire i rifiuti gli costava troppo! Vale più la rendita di una speculazione o la bellezza del nostro territorio ?

E no nè la prima volta. Spesso e volentieri arrivano segnalazioni di gente che pur di non pagare per smaltire i rifiuti che produce, paga gentaglia, anche mafiosa, che la butta nel Lambro o in altri fiumi.

E' assurdo che per la taccagneria ed ignoranza di qualche asino, debbano rimetterci tutti.

Sarei molto contento se ora il Sindaco ed il Consiglio Comunale di Villa Santa facessero una variazione al piano regolatore e rendessero non edificabile quell'area! 
Share |
sono sconcertato
post pubblicato in IlConsigliere, il 12 gennaio 2010
questa mattina ho aperto la stampa locale e ho trovato un articolo con un intervista delirante di un consigliere dell'opposizione. Parole al vento, senza fondamento, senza progetti, senza carte. Assurdo.
Quando le persone capiranno che la Democrazia dà il diritto a tutti di poter parlare ma implica il dovere di dire cose sensate ?
Share |
Me lo Merito ( Assegni di studio e Premio al Merito )
post pubblicato in IlConsigliere, il 2 gennaio 2010

Ciao a Tutte/i,

ho pensato bene di scrivere questo post per i Caprianesi, Brioschesi e Fornacesi che frequentano l'ultimo anno delle Secondarie di I grado ( scuole medie ) e le Secondarie di II grado (scuole Superiori) per darvi due info prima che riprendiate gli studi, come forma di incentivo a darci dentro e chiudere l'anno in bellezza.


°°°GLI ASSEGNI DI STUDIO°°°

Cosa Sono ?

Sono 8 assegni da 250 € l'uno destinati agli studenti meritevoli che abbiano concluso le scuole secondarie di I grado (ex scuole medie) o che frequentino le scuole secondarie di II grado (ex scuole superiori )

Come Ottenerli ?

  • Se sei all'ultimo anno delle Scuole Secondarie di I grado (ex scuole medie) dovrai ottenere 9 alla votazione dell'esame
  • Oppure se sei uno Studente delle Scuole Secondarie di II grado ( ex scuole superiori ) dovrai ottenere una media di almeno 7/10 ( Religione, materia alternativa e Condotta non contano ai fini della media )
  • La tua famiglia non deve godere di un reddito superiore a 28.993,20 € netti all'anno
  • Devi essere Residente a Briosco

Se alla fine di quest'anno avrai questi requisiti dovrai presentare agli uffici entro il prossimo 31 ottobre :

  • La domanda in carta libera
  • Se hai concluso le secondarie di I grado : dovrai portare il Certificato di Licenza ( ex diploma di scuola media )
  • Se frequenti la Scuola Secondaria di II grado : dovrai portare la pagella che attesti la promozione alla classe successiva con la votazione media di almeno 7
  • In ogni caso dovrai consegnare il certificato di iscrizione per l'anno di riferimento


A tutte le richieste verrà poi attribuito un punteggio basato sui due criteri : "merito" e "reddito famigliare annuo netto" in base alle tabelle quì sotto.

1) Merito :

Scuole Secondarie di I Grado ( ex scuole medie )

Votazione di 9                    Punti 8

Votazione di 10                  Punti 10

Scuole Secondarie di II grado ( ex scuole superiori )

media da 7,00 a 7,49      Punti 4

media da 7,50 a 7,99       Punti 5

media da 8,00 a 8,49        Punti 6

media da 8,50 a 8,99         Punti 8

media dal 9 in su                  Punti 10


2) Reddito famigliare annuo netto

Composizione del Nucleo Famigliare - Reddito da 0 a 17.395,92 € -   Reddito da 17.395,92 a 28.993,20 €

fino a 3 Persone                                                                    -  Punti 2                                            -  Punti 1

4 Persone                                                                                 - Punti  2,5                                        - Punti 1,5

5 Persone                                                                                  - Punti  3                                            - Punti 2

6 Persone                                                                                  - Punti  3,5                                         - Punti 2,5

7 o più Persone                                                                       - Punti  4                                              - Punti 3


In base alla somma dei punti ottenuti dal "merito" a quelli ottenuti dal "reddito" verrà stabilita una classifica e verranno assegnati gli assegni ai primi 8 classificati. In caso di pareggio si darà la precedenza a chi ha consegnato la domanda per primo.

°°° IL PREMIO AL MERITO °°°

Premi al Merito : è un assegno dato agli studenti residenti a Briosco che abbiano concluso le scuole secondarie di I grado (ex scuole Medie) con la votazione di 9 o superiore. Il valore dell'assegno è stabilito anno per anno dalla Giunta Comunale.

Se stai concludendo le scuole a Briosco: non dovrai fare altro che studiare per ottenere una valutazione di 9 o superiore agli esami ed aspettare perché il Dirigente scolastico avrà cura di segnalare al Comune se hai diritto al Premio.

Se invece stai concludendo una scuola, pubblica o privata, fuori da Briosco, dovrai :

  • Avere una votazione di 9 o superiore agli esami
  • E presentare in Comune entro il 31 ottobre :
  1. la domanda di accesso al Premio al Merito
  2. un documento che accerti la residenza a Briosco
  3. il certificato di licenza di scuola superiore di I grado ( l'ex diploma di scuola media )

°°°NOTA BENE : GLI STUDENTI CHE ABBIANO CONCLUSO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ( EX SCUOLA MEDIA ) CHE ABBIANO I REQUISITI POTRANNO ACCEDERE SIA AL "PREMIO AL MERITO" CHE ALLO "ASSEGNO DI STUDIO"°°°

Tenete da conto questo post e dateci dentro!

By Cons. Andrea Longoni (Progetto Briosco)

Share |
Newz del Consigliere/7
post pubblicato in IlConsigliere, il 29 dicembre 2009

 

 
 

Cons. Andrea Longoni, Progetto Briosco, per contatti : longoni-andrea@hotmail.it o tramite facebook

  Consiglio Comunale di Lunedì 28 dicembre 

1. Abbiamo destinato 500 € al progetto di aiuti per l'Abruzzo organizzato dalla Provincia di Monza e Brianza

2. Assegni al Merito : è stato modificato il Regolamento per l'assegnazione dei primi al merito e degli assegni di studio agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado ( Scuole Superiori ). Due sono le modifiche :

    - Accesso ai soli residenti. Prima era possibile che studenti delle scuole di Briosco che non fossero residenti potessero ottenere l'assegno di 250 €, ora non più. Il caso non è mai capitato ma urgeva questa modifica di buon senso.  

    - Aggiornamento del testo per adeguarlo alla legge vigente in materia ( da medie e superiori a Secondarie di primo e secondo grado )

Trovate quì il vecchio regolamento. ( cercherò nei prossimi giorni di fare una breve descrizione

 illustrativa )

3. Modifica degli articoli 12 e 21 del Regolamento del Consiglio Comunale :

   - l'art 12 è unamisura di scarsa importanza per voi ma lo scrivo comunque; si dice che l'orario dell'accesso agli atti del consiglio comunale sarà stabilito di volta in volta nell'avviso di convocazione.  

    - l'art 21 invece inserisce fra le modalità di convocazione l'e-mail. Pur potendo sembrare una cosa da niente, in realtà se l'avviso di convocazione arriva via mail vuol dire che il "messo comunale",ovvero un dipendente del comune, non dovrà prendere la macchina e sprecare tempo per andare casa per casa dei consiglieri, potendolo ora fare con un solo click. Questo ovviamente si rifletterà su un aumento della produttività degli uffici i cui dipendenti non dovranno girare per il paese e potranno stare a svolgere le loro mansioni d'ufficio.

4.  Convenzione per il Segretario Comunale; è stata riconfermata la convenzione con Cremella e Cassago con cui da anni condividiamo lo stesso Segretario Comunale, Dott.sa Zotti. 

5. presa d'atto formale di una convenzione con il Comune di Desio per l'esercizio associato delle funzioni di autorizzazione al funzionamento, revoca e accreditamento delle strutture socio assistenziali. ( per info )

6. Interrogazione della Sig.ra Consigliera Mattioli del PdL sulla destinazione di Palazzo Annoni, e nello specifico se si intendeva lasciare il piano terreno da adibire ad uso pubblico : 

Come è risaputo è intenzione dell'amministrazione Comunale vendere Palazzo Annoni e destinare parte dei soldi per la costruzione di parcheggi sotterranei sotto la curt del Sellé a Briosco, luogo dove poi verrà fatta la nuova biblioteca. L'Assessore ai lavori pubblici Arch. Dario Nespoli ha risposto che siamo in attesa del Decreto della Sovrintentdenza con il quale verranno indicati i limiti della vendita e che, arrivato quello (e dovrebbe arrivare a giorni), prenderemo in esame le varie eventualità assieme anche all'opposizione e, se del caso, anche ai cittadini ma discutere prima ancora di avere le carte in mano è cosa inutile. 

7. Mozione proposta dal gruppo consigliare del pdl contro la sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo in relazione al Crocifisso nelle scuole :

Non è passata perché Progetto Briosco ha votato contro. La mozione chiedeva che fosse emessa un'ordinanza con la quale si sarebbe dovuta dare una multa a chi, nelle scuole del Comune, avesse tolto il Crocifisso dalle aule. Ci siamo rifiutati di votarla per due ragioni molto semplici : primo, nessuno ha sollevato problemi di questo tipo, e secondo il Comune non ha competenza in materia! il che significa che sarebbe stata dichiarata illegittima e noi di ordinanze spot, non ne votiamo.

 Auguro Buona Giornata ai meno temerari che non si spingeranno oltre; per i più temerari invece di seguito propongo una sintesi tecnica della normativa, delle sentenze, delle competenze e della giurisdizione :

Regio Decreto 965/1924 art 118 e Regio Decreto  1297/1928 art 119 Tabella C allegata al testo, prevedono il Crocifisso come "arredo" scolastico. 

I due regolamenti non sono citati, né tantomeno presi in considerazione dal Testo Unico sull'autonomia scolastica D.L. 297/1994 a titolo di specificazione/applicazione della norma di legge. 

Non essendo quindi né norme di rango legislativo, né norme specificative/applicative di disposizioni legislative , la Corte Costituzionale non ha potuto fare altro che dichiarare la "non ammissibilità della questione", non pronunziandosi quindi sull'oggetto della disputa ( e non come è stato detto dal "pdl" "non violando di fatto i principi di imparzialità e laicità dello Stato ). 


La sentenza n 556 del 2006 del Consiglio di Stato ha invece stabilito che il concetto di laicità dei simboli deve essere ricercato non tanto dal punto di vista dottrinario-filosofico, in quanto il discorso potrebbe non giungere mai ad una conclusione, ma dal punto di vista pragmatico e storico dell'evoluzione delle istituzioni. 

Dice di conseguenza che il Crocifisso, in quanto è appeso nelle aule scolastiche, è un simbolo esprimente valori cristiani per chi è di fede cristiana ma anche laici per chi è di altra fede o non ha fede. Passa infine alla disamina dei valori riconosciuti come "cristiani", riconoscendo il fatto che questi siano comuni a quelli delle istituzioni temporali, quali lo Stato Liberale Contemporaneo.

Proprio questa sentenza, non dando alcuna definizione del concetto di "laicità", lascia ben aperta la questione in quanto, nel quadro di uno sviluppo delle istituzioni europee e verso la nascita di valori comuni e "nazionali" europei, la sentenza della Corte Europea dei Diritti Umani ( e non "Suprema", che non esiste ) stabilisce un'evoluzione storica delle istituzioni, dichiarano il Crocifisso come simbolo solo religioso e quindi in contraddizione con due diritti fondamentali : il "diritto della famiglia di dare un'educazione religiosa ai propri figli" ed il "diritto alla scelta dell'individuo"; questo ovviamente in relazione al fatto che le aule scolastiche sono il luogo centrale della formazione dell'Individuo. 


Il che significa che la sentenza del Consiglio di Stato non solo non è in contraddizione con quella della C.E.D.U. ma ne costituisce quasi una premessa chiarificatoria, giustificando la possibilità che nell'evolversi del quadro istituzionale, il concetto di "laicità" attribuito al simbolo Crocifisso ( come a qualunque altro simbolo religioso ), sarebbe potuto cambiare, come di fatto avviene.


Per quel che concerne più strettamente la proposta di deliberazione presentata : il Comune, nei suoi organi, non ha competenza alcuna non solo perché la questione è attinente a regolamenti nazionali ma anche perché la scuola gode di autonomia funzionale, ed intervenire dichiarando illecito togliere il crocifisso sarebbe come dichiarare illecito togliere un banco, poiché, pur nell'ovvia distinzione sacrale e simbolica dei due oggetti, a livello normativo sono entrambi considerati "arredi". Infatti la questione venne in primo luogo deliberata dal Consiglio di Istituto, che è di fatto l'organo competente in materia (vd Sentenza 556/2006 Cons di Stato).


Inoltre, se qualcuno venisse multato a seguito dell'adozione di un'ordinanza emessa in tal segno, il multato potrebbe tranquillamente ricorrere e vincere il ricorso di fronte al prefetto, con danno all'immagine delle istituzioni, che in tal caso parrebbero manifestamente ignoranti delle loro competenze, oltre che invasive di quelle altrui.


Per il resto, rimanendo in vigore i regolamenti finché la sentenza definitiva 1) non sarà presa (e sempre che in ricorso tale sentenza non diverga da quella assunta in primo grado ) e 2) non sarà resa esecutiva da un provvedimento legislativo ( o regolamentare ) dello Stato, vigono le normali norme civili, penali ed amministrative sui beni pubblici.


Insomma, l'unico rimedio espletabile toccava al Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, il quale ha proposto ricorso alla Grande Camera della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo entro i 60 giorni previsti; quando si pronuncerà, lo Stato dovrà rendere esecutiva la sentenza, qualunque essa sia, a pena del pagamento di una multa.


Per questo abbiamo prima chiesto di ritirare tale proposta e poi abbiamo votato contro. Il resto, lo lasciamo alle decisioni degli organi competenti in materia.


P.S.


I gradi e le sedi di giudizio sono stati molti :


1) consiglio di Istituto ha deliberato in prima istanza contro la richiesta di togliere il Simbolo

2) TAR del Veneto che ha presentato ricorso alla 

             3) Corte Costituzionale che non si è potuta esprimere e ha rimesso la questione a 

                  2) Tar del Veneto che si è espresso anch'esso contro la richiesta di togliere il Crocifisso

4) Consiglio di Stato, il quale si è espresso contro la richiesta di togliere il Crocifisso

5) Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, la quale si è espressa a favore della ricorrente e per togliere il Crocifisso

6) Grande Camera della CEDU che delibererà

Share |
Convocazione commissione Politiche Giovanili
post pubblicato in IlConsigliere, il 12 novembre 2009
martedì 17 novembre ore 21.00 ci incontriamo in municipio a Briosco (via Roma 4) per parlare di :

- organizzazione della gita alla mostra "dialogo nel buio" a Milano, le info sulla mostra sono tutte quì , dobbiamo stabilire la data, il come andare, il modo di sponsorizzarla e i vari costi
- aggiornamenti sul cineforum
- pagina web e facebook
- varie ed eventuali

l'incontro sarà

Inviate le vostre proposte all'indirizzo mail :
commissionepolitichegiovanili@comune.briosco.mb.it
(possibilmente inserendo anche il vostro nome, cognome, frazione di residenza ed età )

Share |
L'albero nel Lambro, segnalare è importante
post pubblicato in IlConsigliere, il 12 novembre 2009
Questo pomeriggio mi sono fatto una passeggiata per andare a vedere se la Bevera di Fornaci ( quella che passa sotto il ponte della statale ) si era un pò ripresa dalla secca con le piogge degli ultimi giorni ...eeehh... insomma .. così così; diciamo che quantomeno adesso scorre, anziché essere una poltiglia mucillagginosa condita con foglie in putrefazione :S
Nel ritornare ho trovato un Alfonso che mi ha segnalato un albero caduto nel Lambro che sta formando una diga di rami e immondizia a prova di castoro.
Così sono andato in fondo a via Bevere e ho visto un platano caduto dalla sponda di Inverigo con dei tristi sacchetti di plastica blu e bianchi e qualche altra schifezza incastrata.Sono poi passato in Comune, abbiamo fatto la segnalazione all'Ente Parco che interverrà per portare via l'albero (speriamo in breve tempo), con spese a carico o del Comune di Inverigo o del proprietario del campo ( in quanto dala loro sponda del fiume è caduto in acqua).

La dighetta che andava a formarsi, col passare del tempo, avrebbe potuto creare dei problemi, in quanto, se fosse diventata abbastanza grossa da trattenere le acque, un ingrossamento del fiume causato dalla pioggia avrebbe potuto romperla e fargli riprendere la corsa con violenza, con grande pace per i nostri concittadini dei Mulini al Peregallo che ogni due per tre si ritrovano l'acqua in casa ...

Tenere il Fiume pulito è importante, così ho pensato che potrebbe essere una buona idea organizzarci con la Commissione Politiche Giovanili, la Commissione Ecologia , la Commissione Sport, le Associazioni Ecologiste ( come Brianze e Comitato Bevere ) e, soprattutto, i Cittadini Volenterosi, per fare una bella passeggiata nel Lambro e nelle Bevere di Briosco per pulire i corsi d'acqua, sporcandoci per essere più puliti.

Per segnalazione di qualunque genere : longoni-andrea@hotmail.it

Per partecipare alla commissione Politiche Giovanili : commissionepolitichegiovanili.comune.briosco.mb.it (mettendo : nome, cognome, frazione di residenza ed età )

Spero a breve saranno disponibili anche una pagina web ed il gruppo su facebook.
Share |
Sfoglia novembre       
calendario
cerca